IN PROGRESS

Ri-Cognizioni

Nella verità di ogni cosa c’è un sogno, cara Nina.

Quando ti penso mi ricordi un fiume dolce e inquieto,

un bosco fiorito, un abisso da ascoltare,

l’Amore per il “nostro indispensabile Gustav”,

la ricerca del tempo perduto?

... ma forse non si perde mai tempo.

Il destino ha fretta di cullare gli Artisti, per consolare

le loro notti inquiete.

“Ci sono notti che non si staccano dalle pareti”

diceva la cara Alda Merini. E tu

con i segni e le parole cerchi vie taglienti

e imprevedibili senza nascondigli e astuzie.

Una volta mi hai toccato la mano, per dirmi che siamo fratelli.

 

ALBERTO CASIRAGHY